Trent’anni.

Vi scrivo da un paesino vicino Firenze.

Come è successo nel 2015, anche il 2017 ha portato con sé una serie di sensazioni a cui non so dare un nome. Quando sono partita per la prima volta avevo 24 anni, quando sono tornata avevo da poco compiuto 27 anni. Ogni tanto mi fermo e penso ”cazzo, ma io ho 27 anni!” e quelle che sento allo stomaco non sono di certo farfalle.

Una serie di preoccupazioni circa il mio futuro mi tengono sveglia la notte. Apro gli occhi, controllo l’orologio, inizio a muovere nervosamente la gamba cercando di non svegliare Andrea e inizio a pensare ad una serie di fatti che mi piacerebbe accadessero. Li chiamano film mentali, no? Sono la regista e la protagonista principale. A svegliarmi poi è la luce del sole che penetra dalle finestre di questa colonica che non ha tapparelle nè tende adeguatamente scure. Riprendo il film la sera successiva e quella successiva ancora. Il filo conduttore della pellicola mentale è, di solito, l’ultimo dettaglio che ricordo.

Sono tornata decisamente abbronzata – cosa insolita per essere la vigilia di Natale – e per strada la gente sorridendo mi chiedeva in quale parte del mondo fossi stata per avere questo colorito. Che posto le Maldive! Un pomeriggio, nel pieno di un temporale che ci ha costretti in camera con una pessima ricezione wifi, ho pensato ”apro un sito di viaggi” e ho iniziato a fantasticare sul nome prima ancora che sui contenuti. Questa idea mi ha tenuta compagnia per tutta la durata delle due settimane a mollo nelle acque cristalline delle Maldive e mi ha abbandonata dopo aver messo piede in Italia. La verità è che la mia era solo una scusa per fuggire dalle responsabilità e continuare a viaggiare senza preoccuparmi delle aspettative dei miei genitori. I miei genitori che, dopo aver tirato un sospiro di sollievo vedendomi tornare sana e salva dopo due anni in giro per il mondo, mi hanno accolta con ”adesso basta eh!”. Basta viaggiare, vogliamo goderti anche noi. Frase che nei giorni successivi è diventata ”adesso, per un po’, basta!”.

Certo, loro sorridevano. Io un po’ meno.

Annunci

9 pensieri su “Trent’anni.

  1. [Eccoti!].
    Ecco, forse per un po’, ma io, da quello che ho visto, direi che per te “basta” non è un’opzione. :)
    E comunque 27 anni sono appena l’inizio…lasciatelo dire da una vecchia babbiona che ne ha dieci in più e che ancora non s’è assestata del tutto…

    • Bea <3 'basta' non è un'opzione che prendo in considerazione. Ho una crisi di responsabilità, sai? Sono sempre stata una persona responsabile, lontana da casa sin dai 18 anni e tante avventure in groppo. Bene, ora voglio regredire. Sento di voler fare qualche cazzata :p troppo tardi?

      • Mai troppo tardi anche perché un luogo comune molto vero dice che a tutto c’è rimedio, eventualmente…😊 l’importante è che tu ci tenga aggiornati!!!

  2. L’anno scorso mio figlio è partito per il Sud America. Il viaggio che doveva avere un termine ben preciso si è prolungato per 5 mesi. Sembrava che non rientrasse, volevano andare in Canada, ma visto le difficoltà e i soldi che son finiti, non sono riusciti ad andare oltre. Loro non han fatto come te che hanno lavorato percependo soldi, ma solo per vitto e alloggio e hanno vissuto anche alla disperata ed esperienze pericolose. Io come mamma sono stata in pena per tutto il tempo e ho capito quanto sia difficile restare a guardare che i figli trovino la loro strada e capiscano cosa vogliono fare nella vita.
    E’ rientrato all’improvviso, senza avvisare nessuno, dimagrito di 7 kg ed era già molto magro alla partenza, quindi non ti dico il mio shock.
    Noi genitori viviamo la vostra ricerca con timore che vi succeda qualcosa quando siete lontani e sentendoci in colpa per avervi lasciato partire, anche se è giusto così.

    • Bravo tuo figlio che ti dice tutto subito, io a mia mamma che ho passato una notte in ospedale in Cambogia non l’ho ancora detto (o davvero mi sequestra il passaporto) ;) Sono tornata anch’io dimagrita peccato che ora abbia ripreso quelli e gli altri, dannazione. Spero ora il tuo ‘bambino’ stia bene :)

      Le tue ultime parole sono verissime. :*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...